AGCM: Ryanair deve fornire ai passeggeri informazioni chiare, trasparenti ed immediatamente accessibili circa i loro diritti derivanti dalla cancellazione dei voli

Il 25 ottobre 2017 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha imposto delle misure cautelari nei confronti della compagnia aerea irlandese Ryanair a seguito delle cancellazioni dei voli operate da questa negli scorsi mesi di settembre e ottobre.

Secondo l’AGCM, nonostante l’avvio del procedimento istruttorio del 20 settembre, Ryanair ha continuato a non informare in maniera completa, chiara e trasparente, sia attarverso informazioni sul proprio sito internet che con le comunicazioni indirizzate ai consumatori, i passeggeri italiani circa il loro diritto alla compensazione pecuniaria prevista dal Regolamento (CE) n. 261/2004.

Pertanto, l’AGCM ha chiesto a Ryanair di fornire informazioni chiare, trasparenti e immediatamente accessibili ai consumatori italiani sui diritti nascenti dalla cancellazione dei voli, in modo che questi possano essere consapevoli:

  • del complesso dei diritti spettanti al consumatore a seguito delle cancellazioni, quali il diritto al rimborso e/o alla modifica gratuita del volo cancellato e alla compensazione pecuniaria, ove dovuta;
  • dell’elenco completo delle date, delle tratte e del numero di ogni volo cancellato in relazione al quale è sorto non solo il diritto al rimborso e/o alla modifica gratuita del volo ma anche alla compensazione pecuniaria, ove dovuta;
  • della procedura da seguire per richiedere il rimborso, la modifica gratuita del volo e la compensazione pecuniaria ad essi spettante.

Ryanair dovrà inviare all’Autorità una relazione dettagliata contenente le misure adottate entro dieci giorni dal ricevimento del provvedimento deliberato, comunicando in tal modo l’avvenuta esecuzione di quanto disposto nel provvedimento.

 

Davide Scavuzzo

Share: