La Commissione europea approva il sostegno pubblico per l’aeroporto di Francoforte-Hahn

In data 31 luglio 2017, la Commissione europea ha approvato gli aiuti concessi dal Land tedesco della Renania-Palatinato all’aeroporto di Francoforte-Hahn. La misura mira a coprire le perdite di esercizio previste dell’aeroporto nel periodo 2017-2021 fino ad un importo massimo di 25,3 milioni di euro, permettondogli di continuare a coprire le esigenze di trasporto della zona, mentre il conglomerato cinese HNA Group sosterrà i necessari investimenti privati per consentire il ritorno dell’aeroporto alla redditività necessaria per il 2023.

L’aeroporto di Francoforte-Hahn è attualmente in perdita. Dal 2009, è stato controllato dal Land della Renania-Palatinato, che il 1° Marzo 2017 ha firmato un contratto di compravendita con il conglomerato cinese HNA Group per la vendita dell’82,5% delle proprie azioni nell’aeroporto.

Secondo gli Orientamenti della Commissione sugli aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree del 2014, i finanziamenti pubblici sono consentiti per coprire le perdite operative di piccoli aeroporti regionali fino al 2024, rispettando determinate condizioni, tra le quali vi è la presentazione di un piano d’impresa credibile che dimostri il ritorno dell’aeroporto alla redditività entro l’aprile 2024.

Nel valutare la misura, la Commissione ha anche tenuto conto dell’importanza dell’aeroporto per l’economia della zona; l’aeroporto genera infatti circa 11.000 posti di lavoro nella regione e non ci sono altri aeroporti situati in un raggio di 100 km, o in un tempo di percorrenza di un’ora, intorno all’aeroporto di Francoforte-Hahn. Queste considerazioni riducono i potenziali effetti negativi del finanziamento alla concorrenza e agli scambi.

 

Davide Scavuzzo

Share: